Panoramica della strttura e del parco annesso

Prevenzione della Corruzione

 

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e Responsabili per la trasparenza  dell'A.P.S.P. è il Direttore Generale, dott.Antolini Giovanni, nominato dal Consiglio di Amministrazione  con proprio provvedimento n. 1 in data 31 gennaio 2014.

Deliberazione n. 1 del 31/01/2014

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2019

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2018

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2017

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2016

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2015

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione 2014

 

Il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza e relativa delibera di adozione è consultabile nella sotto-sezione Disposizioni generali - Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della traparenza >>>

 

Procedura per la segnalazione di illeciti (whistleblowing) - Tutela del dipendente e collaboratori

La tutela del dipendente e collaboratori che segnali un illecito compiuto nell'ambiente di lavoro è stata recepita nell'ordinamento italiano dall'art. 54-bis del Decreto Legislativo n. 165/2001.
Recentemente, l'art. 54-bis del Decreto Legislativo n. 165/2001 è stato modificato dalla Legge n. 179 del 30.11.2017 recante "Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato" (pubblicata sulla G. U. del 14 Dicembre 2017).
Tutelare chi segnala un illecito è interesse dell'ordinamento affinché emergano fenomeni di corruzione e di cattiva amministrazione.

Eventuali segnalazioni dovranno essere trasmesse all'indirizzo anticorruzione@rsapdb.it

Come indicato dall'A.N.A.C. nella Determinazione n. 6 del 28/04/2015, il segnalante deve contare su una protezione efficace che gli eviti l'esposizione a misure discriminatorie.
Al riguardo si segnala che -nel mese di Aprile 2017- sono stati pubblicati in G.U. i Regolamenti con cui l'A.N.A.C. disciplina la propria attività di vigilanza -rispettivamente- "in materia di prevenzione della corruzione", "in materia di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi nonché sul rispetto delle regole di comportamento dei pubblici funzionari" e "sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al D. Lgs. n. 33/2013".

Regolamenti ed i moduli per le segnalazioni sono accessibili ai seguenti link:

  • Regolamento sull'esercizio dell'attività di vigilanza in materia di prevenzione della corruzione  LINK_mini_100x100
  • Regolamento sull'esercizio dell'attività di vigilanza in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi nonché sul rispetto delle regole di comportamento dei pubblici funzionari LINK_mini_100x100
  • Regolamento sull'esercizio dell'attività di vigilanza sul rispetto degli obblighi di pubblicazione di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 LINK_mini_100x100

Infine, con il comunicato del 27 Aprile 2017 l'A.N.A.C. ha definito l'ambito di intervento dell'Autorità Nazionale Anticorruzione evidenziando i casi in cui alla segnalazione non fanno seguito le attività di vigilanza o verifica

  • Procedura per la  gestione delle segnalazioni di condotte illecite da parte del dipendente; >>>
  • Modulo di segnalazione; >>>